Riportiamo la lettera che la consigliera comunale del PD Lucia Centillo ha inviato ai parlamentari del nostro partito sull’Ospedale Valdese per chiedere loro un impegno concreto nelle aule parlamentari.

Segnaliamo, sempre sul Valdese, il link al video de La Stampa e l’intervento dell’avvocata Silvia Cosentino sul ricorso al TAR che potete trovare su www.ottoinforma.it

Alla c.a. dei parlamentari Pd

Facendo seguito alle note vicende relative alla chiusura  dell’ospedale Valdese  e ai nuovi scenari aperti dalla recente sentenza del TAR, che accogliendo il ricorso di 189 pazienti riconosce da un lato la valenza qualitativa e quantitativa dell’attività svolta dal Presidio, e dall’altro evidenzia come  tale attività  terminata con la chiusura del Presidio non sia stata riallocata  in altra sede, e  in considerazione dei contatti che avevano visto l’interessamento da parte del Sindaco Fassino  rispetto tale questione sia nei confronti  della Dirigenza Regionale sia nei confronti della Tavola Valdese,  richiamo alla vostra attenzione la necessità e l’auspicio che i Parlamentari Torinesi pongano la questione “Valdese” all’ordine del  giorno degli organismi parlamentari e che nel confronto con il Presidente Cota previsto nella giornata del 28 giugno sia da voi richiesto che la giunta regionale non adotti alcun atto, collegabile al piano di rientro, che pregiudichi la possibilità di negoziazione con la città di Torino, con la circoscrizione 8 e con la tavola valdese. Tale richiesta è stata da più parti rappresentata nel corso dell’assemblea convocata il 26 giugno alla Casa Valdese alla presenza di numerosi consiglieri regionali e comunali, di rappresentanti della circoscrizione, delle OOSS, degli operatori e di numerose associazioni e cittadini preoccupati dalla situazione che si è determinata con lo smantellamento del presidio ospedaliero valdese.

Ringraziandovi per l’attenzione vi saluto cordialmente

Lucia Centillo

Presidente commissione sanità comune di Torino

Portavoce Regionale Conferenza donne democratiche