L’Ospedale Valdese per la nostra città è un presidio ospedaliero molto importante.
Per noi rappresenta anche un esempio vortuoso di sanità pubblica in cui non si verificano sprechi e, anzi, l’efficienza si sposa sempre con la professionalità di tutto il personale medico.
Lo dico chiaramente. Noi del Circolo PD8 San Salvario sosterremo fino alla fine questa avventura dell’Ospedale Valdese e cercheremo di fare tutto il possibile perchè resti aperto.
Seguiteci, dunque, perchè nelle prossime settimane servirà il contributo e la partecipazione di tutti/e coloro che hanno a cuore non solo la propria salute ma anche quella del servizio sanitario pubblico torinese.
IL Segretario Francesco Mele 

Considerazioni sul progetto di riconversione dell’Ospedale Valdese

Premessa

A seguito della notizia, raccolta dai giornali negli scorsi giorni, inerente l’intenzione da parte dell’attuale Assessore alla Sanità, Ing. Monferino, di trasformare L’ OEV di Torino in residenza per anziani, è nostra intenzione esprimere alcune considerazioni al riguardo.

Tralasceremo altri aspetti quali la storia ed il peso del presidio nel contesto della erogazione dei servizi sanitari cittadini, l’alto gradimento che ha sempre avuto, e tuttora ha da parte della popolazione, non soltanto del quartiere o della città, l’alto livello di umanizzazione che il nosocomio ha sempre mostrato nell’espletare la sua attività, etc. etc., non perché non importanti, ma per la consapevolezza di quanto poco tutto ciò interessi a coloro che attualmente gestiscono e programmano l’intervento sanitario nella nostra Regione.

L’OEV si presenta come Ospedale polispecialistico, con specialità mediche ( Medicina Interna, Cardiologia riabilitativa, Gastroenterologia, Oncologia, Endocrinologia e Diabetologia),  un reparto di Chirurgia Generale,  Servizi di Radiologia, Laboratorio ed Anatomia Patologica.  A questi si aggiungono, nell’ambito di una sperimentazione gestionale pubblico-privato iniziata anni prima, alcune  unità operative specialistiche con  operatori non dipendenti, denominate Services (Senologia diagnostica e Chirurgica, Ginecologia, Oculistica, Ortopedia, Chirurgia Plastica e Neurologia).

L’attività clinica si è sviluppata negli anni attraverso la creazione di diversi percorsi diagnostico-terapeutici (patologia della mammella, della tiroide e dell’ipofisi,  neoplasie del colon retto, riabilitazione cardiologica del cardio-operato e del post-infarto), percorsi che prevedevano l’interazione tra le diverse specialità presenti al fine di  semplificare il percorso diagnostico al cittadino e ottimizzare l’intervento terapeutico.

A tutto ciò si aggiungono ovviamente le  decine di migliaia di prestazioni ambulatoriali regolarmente erogate  dalle diverse specialità.

Nel Luglio 2010 la Direzione Generale ASL TO1 allora in carica, in previsione dei futuri lavori  di ristrutturazione edilizia previsti (iniziati solo in questi giorni), decideva di sopprimere i reparti di  degenza delle specialità mediche (Medicina Generale,  Cardiologia Riabilitativa, Oncologia).

L’OEV  veniva quindi trasformato in un week-hospital, con chiusura dal venerdì pomeriggio al lunedì mattina, limitando  i ricoveri ospedalieri a quelli per  interventi di piccola e media chirurgia, che garantivano una degenza sufficientemente breve. Gli interventi per  patologie chirurgiche maggiori o per Pazienti ad alto rischio  vengono effettuati presso L’Ospedale Martini dagli stessi chirurghi del presidio valdese.  Le attività della Cardiologia Riabilitativa e dell’Oncologia sono proseguite da allora in regime di DH.

I percorsi diagnostico-terapeutici e le prestazioni ambulatoriali sono proseguite senza variazioni.

Riepilogo attività  del Presidio  Valdese nel  2011

Gastroenterologia

Esofagogastroduodenoscopie                             1706

Colonscopie                                                              2164

Visite                                                                                    1792

Posizionamento PEG                                                           66

Ph-manometrie                                                                   475

Oncologia

Pazienti seguiti in DH                                           868

Ricoveri diurni per chemioterapia                    3918

Visite ambulatoriali                                             6890

Cardiologia

Ecg                                                                          11085

Ecocardiocolordoppler                                        2881

Test da sforzo                                                           584

Ecg dinamico secondo Holter                             608

Visite ambulatoriali                                              3169

DH riabilitativo                                                        62

Chirurgia generale

Ricoveri ordinari c/o Valdese                             273

Ricoveri Ordinari Martini                                       45

Ricoveri in day surgery                                            365

Prestazioni ambulatoriali                                     1965

Radiologia

TC                                                                                4500

Ecografie                                                                   10000

Ecocolordoppler                                                       2000

Radiologia tradizionale                                         12000

Posizionamento dispositivi centrali                    400

Biopsie superficiali                                                    350

Biopsie profonde                                                          40

Laboratorio di Patologia Clinica

Prestazioni di laboratorio                                     650000

Ambulatorio TAO                                                         600 pz.

Endocrinologia

Visite endocrinologiche                                         6000

Ecografie tiroidee                                                     300

Anatomia patologica

Esami                                                                         8000

Biopsie mammarie                                                 1000

Indagini citologiche                                               1700

Diagnostica senologica

Mammografie                                                          17000

Ecografie                                                                   7000

Chirurugia senologica

Interventi                                                                  600

Ginecologia

Interventi                                                                  1450

Ortopedia

Interventi                                                                  780

Interventi di protesi di anca e ginocchio           170

Oculistica

Visite                                                                         45000

Interventi                                                                  2500

Chirurgia plastica

Interventi                                                                  900

Ricostruzioni mammarie                                        80

Medicina Interna

Ricoveri DH                                                               105

Visite                                                                          3400

Diabetologia

Dietiste

Prime visite                                                                 1100

Controlli in pazienti già in carico                         1700

 

Tali attività cesseranno completamente nel momento della eventuale trasformazione dell’Ospedale, senza possibilità reale che vengano acquisite da altre Strutture, già pesantemente oberate dalla loro attività, e interessate da opere di ristrutturazione in corso e in procinto di partire,  con conseguente pesante ricaduta negativa sui servizi offerti al cittadino e sulle lista di attesa. (circa 6500 interventi di piccola e media chirurgia, 17000 V. Specialistiche e 45.000 V. Oculistiche, 650000.es. di laboratorio, 29000 prestazioni radiologiche, etc.)

Situazione strutturale del Presidio

Sono da poco iniziate le opere di ristrutturazione previste per l’ala di via Berthollet  finalizzate  alla messa in sicurezza,  con crono programma condiviso che  prevede il loro termine all’inizio del 2014.

A quel punto L’Ospedale potrà disporre di circa 100 letti di degenza riconvertibili in base alle esigenze sanitarie.

Sono già presenti 4 camere operatorie di recente ristrutturazione, ambulatori specialistici distribuiti tra le due sedi di V.S. Pellico 19 e 28, nonché il laboratorio analisi, situato in  via S.Pellico 28.

Contesto sanitario cittadino

Il contesto sanitario cittadino  mostra  diverse criticità  significative, per l’alleggerimento di alcune delle quali il Presidio potrebbe dare, se opportunamente utilizzato, un contributo .

In particolare :

-     Le forti criticità rappresentate dai Pronto  Soccorso e dalla  carenza di letti per la degenza ordinaria,  la mobilità dei pazienti dal Pronto Soccorso  ai reparti e da questi alle strutture protette, che è spesso rallentata se non addirittura talvolta paralizzata.

-   Le   criticità dei grandi Ospedali, quali le  Molinette, per quanto riguarda la carenza di sale     operatorie, per cui l’attesa per interventi “minori” è  assai lunga.

-   Le criticità riguardanti la mobilità di pazienti degenti nelle  cardiochirurgie e  di pazienti in situazione di post-acuzie, per i quali  non è possibile la dimissione, a fronte dell’esigenza di poter disporre di posti per le nuove acuzie

-   Criticità ancora derivanti da mancanza di spazi fisici nella maggior parte dei nosocomi cittadini come già detto  spesso anche essi sottoposti a interventi di ristrutturazione, in particolare alle Molinette

Ruolo proposto per il presidio ospedaliero Valdese

Il ruolo che l’Ospedale potrebbe quindi  assumere nello scenario descritto è quello di intervenire nei problemi suddetti in supporto e in  stretta integrazione  con l’Ospedale di riferimento e quindi

Strutturazione di un area medica  di post-acuzie  vera  in supporto ai reparti di degenza  per acuti  (di area medica e di area chirurgica) degli Ospedali di riferimento e per gli altri Presidi in rete, e in rapporto con i servizi di assistenza territoriali,  le cui dimensioni verranno stabilite dalla programmazione Aziendale.

In questo ambito:

Mantenimento del percorso di riabilitazione cardiologica che prevede  l’intervento in paz. Cardio-operati  (in regime misto degenziale e di DH)  e in quelli colpiti da sindrome coronarica acuta ( in regime DH), che prevede l’intervento articolato  di Cardiologo, Psicologo, Dietista, Diabetologo; Terapista della riabilitazione,  Medico internista,  Infermiera professionale.

Utilizzo  delle sale operatorie  all’interno delle  fasi chirurgiche dei percorsi diagnostico terapeutici residenti  nel Presidio Valdese.

Utilizzo  delle stesse sale  da parte di equipes chirurgiche anche  eventualmente  provenienti da altri Ospedali della rete secondo modalità e programmazione individuata dalla Direzione Regionale e Aziendale

Mantenimento del Percorso diagnostico terapeutico del tumore della mammella che prevede l’intervento integrato dell’unità di  diagnostica senologica,  dell’anatomia patologica,  dell’oncologia, della chirurgia senologica, della chirurgia plastica ,  della radiologia diagnostica.

Mantenimento del percorso diagnostico terapeutico delle patologie tiroidee che prevede l’intervento della radiologia diagnostica, del laboratorio di analisi,  dell’anatomia patologica,  dell’endocrinologia, della chirurgia generale tiroidologica.

Mantenimento  del percorso diagnostico terapeutico del tumore del colon–retto che prevede l’intervento della  gastroenterologia , dell’anatomia patologica, dell’oncologia,  della chirurgia endoscopica.

Mantenimento dei  Gruppi Interdisciplinari Cure (GIC) e del centro accoglienza e servizi (CAS)

Mantenimento  del  laboratorio di analisi, della radiologia diagnostica e della endoscopia digestiva, del servizio di diabetologia e del servizio  dietistico  che continueranno servire  le esigenze interne del presidio nonché l’Utenza esterna.

dott. Giuseppe Avogliero              dott.  Antonio Vietti  Ramus                         dott. Roberto S. Dosio

AANAO-ASSOMED                                 AAROI-EMAC                                                              CGIL  Medici-fp