A seguito di quanto accaduto durante la prima riunione del nuovo Consiglio di Circoscrizione, il 6 giugno scorso, durante la quale il neo-consigliere del “Movimento a 5 Stelle“, Claudio Di Stefano, ha proceduto ad effettuare alcuni secondi di riprese audiovisive “non autorizzate”, il Partito Democratico ritiene opportuno chiarire in un Comunicato Stampa la propria posizione specifica in merito all’argomento.

Il Comunicato, che segue l’articolo odierno apparso su La Stampa, è emesso dai consiglieri del PD tramite il Capogruppo Augusto Montaruli e rimarca la non contrarietà del Partito Democratico all’allargamento della partecipazione dei cittadini tramite lo strumento della ripresa audiovisiva disponibile sul web, a patto che la stessa sia realizzata attraverso un servizio istituzionale dell’Ente Circoscrizione, per definizione “super partes” e non affidata all’autonomia dei singoli gruppi politici.

Di seguito il testo completo del Comunicato.

Oggetto: Articolo apparso su “La Stampa” dell’8 Giugno 2011 – pagina 67

In merito all’articolo riportato in oggetto, precisiamo quanto segue.

Non siamo contrari alla possibilità di eseguire la diretta in streaming delle sedute consiliari.
Come riportato nell’articolo, confermiamo che le sedute sono pubbliche, l’audio è registrato e i cittadini hanno la possibilità di richiederlo.
Alla prossima seduta chiederemo che le registrazioni siano pubblicate sul sito internet della circoscrizione.
Riteniamo che la diretta in streaming o la pubblicazione di filmati debba essere gestita dall’ente pubblico in modo che siano garantite imparzialità e rispetto delle procedure di legge.

Abbiamo invitato il signor Di Stefano, eletto nelle liste Movimento Cinque Stelle, a presentare una mozione sull’argomento. Mozione che accoglieremmo con interesse e spirito di collaborazione. Mozione che il signor Di Stefano, chiedendo la parola, avrebbe già potuto annunciare nel corso della prima seduta.

Il Partito Democratico è da sempre aperto a forme di partecipazione della cittadinanza nelle istituzioni e nella vita politica, partecipazione dei cittadini che auspichiamo attiva e non solo passiva.

Il Capogruppo PD
Augusto Montaruli