Pubblichiamo di seguito il testo degli ordini del giorno proposti da Augusto Montaruli alla riunione di Circolo del 2 novembre 2010 e approvati all’unanimità. Da questi documenti scaturirà il lavoro della nuova Segreteria di Circolo che proporrà entro i termini stabiliti un sintetico documento di proposta che verrà messo ai voti dell’Assemblea.

Mozione 1: Elezione rappresentanti agli organi interni del partito

Le elezioni dei rappresentanti di circolo all’assemblea provinciale si sono basate su liste bloccate con nominativi decisi dalle correnti/anime/cordate ecc ecc del partito. Questo sistema, che non giudico, toglie agli iscritti al circolo la facoltà di scegliere da chi essere rappresentati negli organi istituzionali di partito.

Propongo che tutte le elezioni interne al partito avvengano sulla base di liste nominative aperte che diano la facoltà di scelta, attraverso la preferenza, all’elettore iscritto al circolo. Si dovranno proporre meccanismi che salvaguardino la parità di genere.

Propongo di mettere ai voti dell’assemblea il seguente ordine del giorno:

“La segreteria del circolo si impegna a formulare una mozione che proponga un regolamento di elezioni dei rappresentanti agli organi interni del partito basato su:
• liste aperte
• la possibilità di esprimere una preferenza
• meccanismi che garantiscano la parità di genere

La mozione dovrà essere elaborata entro la fine di novembre 2010 per essere discussa e votata alla prima assemblea di circolo successiva.”

Augusto Montaruli


Mozione 2: Anagrafe pubblica degli eletti

Da Wikipedia:

“L’Anagrafe pubblica degli eletti, è una campagna lanciata dal movimento Radicali Italiani nell’estate 2008, per la riforma in direzione anglosassone della trasparenza nelle istituzioni politiche italiane ed europee, verso una maggiore trasparenza. L’idea di base è quella di pubblicare su internet i dati riguardanti le presenze, lo svolgimento dei lavori, i risultati, gli stipendi, gli emolumenti, le consulenze, i pagamenti, di tutti i politici eletti e di tutte le persone che ricoprono un ruolo politico pubblico.”

Credo che si possa cominciare ad attuare questa riforma sulla trasparenza a partire dalla nostra realtà. Lo possiamo fare a livello di eletti in circoscrizione a partire, su base volontaristica da subito, dalle prossime elezioni amministrative. I candidati del PD iscritti al nostro circolo a qualsiasi tipo di competizione elettorale parteciperanno, si dovranno impegnare a osservare le norme che definiremo in merito all’anagrafe degli eletti.

Propongo di mettere ai voti il seguente ordine del giorno:

“La segreteria del circolo 8 si impegna a formulare una mozione che proponga l’anagrafe pubblica degli eletti che sono iscritti al circolo 8 del PD di Torino.
La mozione dovrà essere presentata all’assemblea del circolo per essere discussa e votata entro la fine di novembre 2010 per essere discussa e votata alla prima assemblea di circolo successiva.

Augusto Montaruli